top of page

Youth&Experience: Confartigianato e Compagnia delle Opere Emilia insieme per stimolare talenti

«La collaborazione tra associazioni è importante – sostiene Mario Lucenti, direttore Compagnia delle opere Emilia –. Abbiamo messo assieme un bel gruppo di progetti e delle iniziative a favore delle imprese. Queste ultime hanno giocato un ruolo importante e sono diventate protagoniste, insieme agli studenti, allo sviluppo di idee che ci auguriamo di poter vedere realizzate nel prossimo futuro»


MODENA - Con la serata di presentazione dei progetti è giunta a conclusione l’iniziativa Youth&Experience Project, l’evento che coinvolge Lapam Confartigianato e la Compagnia delle opere per avvicinare mondo della scuola e mondo del lavoro. Un progetto che ha incluso 5 scuole secondarie di II grado. L’IIS ‘Volta’ di Sassuolo ha presentato la prima fase del progetto “Il packaging sostenibile e rivoluzionario del futuro”, CFP ‘Nazareno’ di Carpi ha portato avanti il progetto “Prendere il far east...per la gola”, il Liceo Artistico ‘Chierici’ di Reggio Emilia ha presentato i progetti “Il design che nasce dalle esigenze” e “ADMINA per Erio Baracchi”, la Scuola dei Talenti IEXS sempre di Reggio Emilia ha illustrato i progetti “where dreams are born” e “Che lo spettacolo abbia inizio” e l’ISII ‘Marconi’ di Piacenza ha sviluppato il progetto “Autonomous driving car”. 9 i team di studenti coinvolti, per un totale di 220 studenti e 8 project work realizzati nell’anno scolastico 2022/2023 in modalità PHYGITAL. 7 i progetti aziendali scelti dalle scuole e 10 le aziende coinvolte. Durante la serata conclusiva presso la sede centrale Lapam Confartigianato di Modena, sono stati mostrati al pubblico i progetti degli studenti, alla presenza dei rappresentanti delle aziende coinvolte nell’iniziativa. «Come associazione – spiega Daniele Casolari, responsabile area sindacale e comunicazione Lapam Confartigianato – già da molti anni investiamo tempo e risorse umane per cercare di fare da ponte tra scuola e lavoro: è sotto gli occhi di tutti, e lo si legge anche sui media, come le aziende fatichino a trovare personale specializzato. Ecco noi da tempo siamo impegnati per fare da tramite e siamo soddisfatti che anche la Compagnia delle Opere collabori insieme a noi per unire e creare un legame tra i giovani e le aziende». Tra le aziende partecipanti La Pietra Compattata, impresa con sede nel distretto ceramico di Sassuolo, che ha collaborato con l’istituto Volta. «Si fa molta fatica a reperire risorse umane qualificate – dichiara Francesca Zeccarini, socia de La Pietra Compattata –, per cui iniziative come questa che avvicinano mondo scolastico e mondo lavorativo sono fondamentali per noi. Iniziare già dalle scuole superiori a fare orientamento scolastico, a far capire come funziona un’impresa e a far entrare gradualmente in un’azienda gli studenti crediamo sia decisivo affinché i ragazzi riescano a trovare la loro strada». «La collaborazione tra associazioni è importante – sostiene Mario Lucenti, direttore Compagnia delle opere Emilia –. Abbiamo messo assieme un bel gruppo di progetti e delle iniziative a favore delle imprese. Queste ultime hanno giocato un ruolo importante e sono diventate protagoniste, insieme agli studenti, allo sviluppo di idee che ci auguriamo di poter vedere realizzate nel prossimo futuro».

Comments


Top Stories

bottom of page