Youth & Experience 2021/2022: inizia la fase di coprogettazione delle sfide aziendali

Si alza il sipario sul progetto scuola-impresa promosso da Compagnia delle Opere Emilia: così si avvicinano i banchi di scuola al mondo del lavoro. Tra i nuovi partecipanti anche il Comune di Baiso

a cura di Laura Saracino

Al via la terza fase di Youth & Experience 2021/2022, promossa da Compagnia delle Opere in collaborazione con aziende associate, che vede le scuole secondarie e le imprese del territorio impegnate nella realizzazione di diverse sfide progettuali. Le aziende aderenti alla quarta edizione del progetto sono Admina, Amazzonia Sviluppo, Cantina Paltrinieri, Comune di Baiso, Ecoricerche, Euphonia, Fiscal Engineering, Infinito Design, Italy Gate, Palm, Tekapp, Provide Solution, LaDueDue.


I temi delle oltre venti proposte spaziano da welfare e sostenibilità ad arte ed enogastronomia e non pongono freni alla creatività degli studenti che dovranno raggiungere l’obbiettivo posto dall’azienda proponendo un’idea innovativa.

Come già dimostrato dalle precedenti edizioni, l’arricchimento reciproco e il contatto stabilito tra scuole e imprese permette agli studenti di toccare con mano una realtà molto diversa da quella scolastica raggiungendo un nuovo livello di consapevolezza e crescita personale. I vantaggi sono tanti anche per le imprese promotrici: suscitare l’interesse di futuri lavoratori è il primo passo verso un coinvolgimento e una fidelizzazione che possono tradursi in una futura collaborazione così come in un’innovazione di metodi e obbiettivi dell’azienda stessa. Le proposte sono state scelte dalle scuole in base all’interesse e alle specializzazioni dei singoli istituti e vengono portate avanti in collaborazione con un tutor aziendale. Fino a metà maggio, le parti in gioco ideeranno il metodo e la strategia più appropriati per realizzare il progetto, in accordo con la proposta aziendale. Fondamentale per il raggiungimento degli obbiettivi è la figura del tutor didattico, ponte tra scuola e impresa, responsabile di declinare al meglio i progetti secondo la tipologia e le caratteristiche dell’istituto, coinvolgendo i colleghi specializzati nelle aree didattiche di riferimento.

Valore aggiunto sarà l’apporto originale del team di studenti, reso possibile dal lavoro a stretto contatto con la realtà aziendale e lavorativa, per il quale si dovrà fare affidamento su capacità pratiche, di innovazione e di attuabilità del progetto. Il project work rappresenta un’occasione unica per unire teoria e pratica: entrando in un contesto simile a quello lavorativo, gli studenti potranno imparare facendo, impegnati in prima persona nella realizzazione di tutte le fasi del progetto di cui sono responsabili.

L’esperienza Youth & Experience si concluderà a fine maggio, quando i progetti ultimati verranno presentati dagli alunni al management delle imprese.