WhiteWall sviluppa un sistema di monitoraggio in attesa della fase 2


Colonna portante dell’industria 4.0, BeeMonitoring si schiera dalla parte delle aziende pronte a riaprire, garantendo le misure di sicurezza necessarie

Tutte le regioni attendono l’arrivo della così desiderata “Fase 2”, dal comune cittadino al grande imprenditore. I lavoratori delle aziende che sono state costrette a chiudere momentaneamente i battenti sono impazienti di tornare nei loro stabilimenti. Come specificato dalle istituzioni e dalle autorità, la fase 2 dovrà avvenire con le dovute precauzioni, soprattutto in ambienti lavorativi, mantenendo il distanziamento sociale e adottando le misure di sicurezza necessarie. Il 4 maggio si riapriranno i cancelli per molte imprese, ma come si possono garantire tutte le norme di cui sopra?

Una startup di Bologna ha sviluppato un metodo che potrebbe essere d’aiuto a molte realtà: si tratta della White Wall, nata nel capoluogo emiliano-romagnolo nel 2017, e della soluzione chiamata “BeeComs Monitoring People”. Grazie ai protocolli di comunicazione e alla dashboard di controllo, il sistema di monitoraggio sviluppato dalla startup consentirà la gestione dei contatti che i dipendenti avranno all’interno delle strutture aziendali mediante la tecnologia Bluetooth, al fine di migliorare la sicurezza e la tranquillità degli stessi e, di conseguenza, la riduzione del fattore di rischio derivante dal mancato distanziamento sociale.

Funziona in questo modo: nello smartphone di ogni lavoratore verrà installata un’app (BeeMonitoring), una volta effettuata la registrazione sulla piattaforma, il dispositivo sarà connesso e abilitato al monitoraggio. Il sistema che triangolerà la sua posizione con le antenne BLE installate nello stabilimento produttivo e restituirà la sua posizione al sistema centralizzato.

Se un’azienda non prevede l’utilizzo dello smartphone in produzione, verrà consegnato ai dipendenti un braccialetto beacon, che dialogherà con le antenne installate.

L’azienda potrà così analizzare i flussi nelle diverse aree e monitorare le eventuali criticità di sovraffollamenti, intervenendo qualora non vengano rispettate, anche involontariamente le norme misure di sicurezza. Con questa procedura l’azienda potrà tenere traccia degli spostamenti di ogni singolo operatore all’interno dei propri locali.

Se un dipendente risulterà positivo ad una qualsiasi malattia infettiva in pochi minuti si riuscirà a ricostruire tutte le relazioni intercorse durante la permanenza nella struttura e avviare le procedure di contenimento nel minor tempo possibile. Qualora l’operatore non abbia a disposizione uno smartphone, gli verrà fornito uno braccialetto beacon univoco che verrà abbinato all’anagrafica e monitorerà ugualmente gli spostamenti all’interno della struttura.

È importante ricordare che la Privacy è un elemento di assoluta rilevanza quando si trattano dati sensibili come il monitoraggio degli spostamenti associati ad una anagrafica: per questo motivo, in ottemperanza con il GDPR Europeo, tutti i dati raccolti vengono trattati da WhiteWall e l’accesso ai dati anagrafici del soggetto viene trattato nel rispetto delle normative vigenti.

L’applicazione del sistema di monitoraggio non si ferma al mero scopo di ridurre il contagio da Covid-19 una volta passati alla fase 2, bensì può essere utilizzata anche successivamente come colonna portante dell’industria 4.0 e conseguenti benefici fiscali connessi, tra cui il marketing di prossimità, la gestione del personale aziendale (es. timbratura del cartellino), la gestione della comunicazione tra dipendenti/rappresentanti/clienti e infine il contenitore di feed-rss aziendali.

Iscriviti alla nostra newsletter

  • White Facebook Icon
  • Bianco LinkedIn Icon

Sito realizzato da Elior by Tekapp Srl