Unione Nazionale Consumatori: il prezzo del carburante torna a salire


Massimiliano Dona: “in due sole settimane, su un pieno di 50 litri di carburanti c’è stato un aggravio di circa 74 centesimi per la benzina e 67 centesimi per il gasolio”


Secondo i dati settimanali del ministero dello Sviluppo Economico appena pubblicati salgono i prezzi dei carburanti.

“Si torna a circolare e si torna a pagare. Con la fine del lockdown i prezzi dei carburanti hanno immediatamente invertito la rotta e non hanno mai smesso di risalire, anche se per ora i rialzi sono contenuti. In ogni caso, dal 18 maggio ad oggi, ossia da quando ci sono gli spostamenti liberi all’interno della propria regione, in due sole settimane, su un pieno di 50 litri di carburanti c’è stato un aggravio di circa 74 centesimi per la benzina e 67 centesimi per il gasolio” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

“Ci domandiamo cosa accadrà ora che gli spostamenti sono possibili anche al di fuori dei confini regionali. Invitiamo gli italiani ad andare a fare rifornimento solo in quei distributori che hanno prezzi nettamente inferiori alla media, pari a 1,371 euro per la benzina e a 1,261 euro per il gasolio e a non entrare nel primo distributore che capita appena si accende la spia della benzina” conclude Dona.


Iscriviti alla nostra newsletter

  • White Facebook Icon
  • Bianco LinkedIn Icon

TgImprese® e il logo TgImprese® sono marchi registrati di proprietà di Tekapp s.r.l

N. Registrazione 0001608775 | Capitale sociale interamente versato 50.000€ | Numero REA: MO - 399678 | P.I 03573960360

Sito realizzato da Elior by Tekapp Srl