top of page

Un successo il “porte aperte” di Autotecnica Motori per Compagnia delle Opere Emilia

L’azienda di Casalmaggiore ha mostrato idee e progetti futuri ad una delegazione di imprenditori associati a Cdo Emilia. Il presidente Gianni Vezzani: “Questi sono gli eventi che stimolano idee e pensiero”

CREMONA - Alcune aziende riescono a trasmettere entusiasmo e magia all’istante, basta varcare la soglia e subito s’intuisce che le vibrazioni sono forti, che le persone sono coinvolte con anima e mente, che l’amalgama che lega creatore e prodotto è radicata nel profondo.

Grande successo in occasione della visita organizzata da Compagnia delle Opere Emilia presso Autotecnica Motori, azienda con sede a Casalmaggiore (Cremona) operante nell’universo del Motorsport.

Tante collaborazioni più che illustri, tante vittorie in bacheca per un progetto che si espande e che attira nuovi talenti, giovani brillanti che scelgono di vivere l’avventura professionale di Autotecnica Motori accantonando le offerte dei grandi colossi della motor valley.

“I nostri ragazzi? Tutti giovanissimi, tra i 30 e i 35 anni, sono il nostro patrimonio più grande, il nostro elemento differenziante è proprio questo. Siamo passione e determinazione, il lavoro che svolgiamo è anche il sogno di ciascuno di noi, la nostra sfida più affascinante…” così l’amministratore delegato Giovanni Delfino mentre illustra piani e idee dell’azienda davanti ad una trentina di imprenditori associati a Compagnia delle Opere Emilia, il tutto sotto l’occhio vigile di Edo Riboldi, uno dei fondatori dell’azienda, impresa davvero unica che dal 1977 dice la sua in uno dei settori più competitivi in assoluto.

“Sono queste le aziende che ci trasmettono gli stimoli giusti e noi non possiamo che ringraziare Autotecnica Motori per l’ospitalità” commenta così il presidente di Cdo Emilia Gianni Vezzani, che ha concluso parlando dei prossimi appuntamenti: “Dobbiamo tenere unite le fila, lavorare insieme, dialogare: questo è il compito di Compagnia delle Opere, dobbiamo prima di tutto valorizzare le sinergie che ci rendono più forti nel quotidiano e siamo pronti a dare il nostro contributo con una serie di appuntamenti, sempre più frequenti, utili alla crescita e alla formazione di ciascuno”


Nella foto Mario Lucenti (direttore di Cdo Emilia), Giovanni Delfino, Gianni Vezzani e Andrea Solimei (titolare Sol. Pel. Otic.)




Comentarios


Top Stories

bottom of page