Tutti in piedi: l’azienda di Adriano Calcagnoli tra le 1000 imprese best performer 2021

Un riconoscimento prestigioso che premia le aziende più performanti nel periodo 2017 – 2020, reso ancora più significativo dalla situazione emergenziale degli ultimi due anni che ha visto le aziende combattere contro chiusure e limitazioni


a cura di Laura Saracino


Il premio, attribuito sulla base dei bilanci degli ultimi anni, ha selezionato le aziende della provincia di Modena che hanno superato i quattro milioni di euro di fatturato. Su un bacino di 67.000 concorrenti, Calcagnoli.com si è aggiudicata un posto nella classifica delle mille aziende che hanno ricevuto il riconoscimento. Adriano Calcagnoli, general manager, ci tiene a ringraziare personalmente ognuno degli altri 999 vincitori, sottolineando come la vittoria rappresenti una risorsa preziosissima per il territorio e mostri il percorso che le aziende hanno affrontato negli ultimi anni, anni particolari e senza precedenti. ‘Siamo stati capaci di dare occupazione, di continuare a produrre nonostante tutto’ – afferma Calcagnoli, sottolineando come la vittoria della singola azienda sia una vittoria di tutti.


Il territorio Modenese è un punto di traino dell’industria italiana anche per quanto riguarda il tema principale all’ordine del giorno, ovvero l’adozione di soluzioni green da implementare nei processi di produzione, nell’ottica di rimanere all’interno di costi specifici utilizzando energie e materiali rinnovabili laddove possibile. ‘Il settore alimentare, tessile, metalmeccanico, automotive, in Emilia abbiamo tutto e in tutti i campi siamo top performers’ continua Calcagnoli, dimostrando come anche a confronto con i distretti produttivi della Brianza e del Veneto, la provincia di Modena continui a mantenere la propria posizione di spicco, e rivela: ‘Alla luce dei dati a medio-lungo termine sulla sostenibilità, le previsioni migliori sono in favore di Modena, un bell’orgoglio per gli imprenditori del territorio e delle tante persone coinvolte ogni giorno nel lavoro.’


Per Calcagnoli.com, le soluzioni green consistono nella possibilità di acquistare crediti sull’emissione di Co2 prodotta dall’azienda, così come di optare per attrezzatura e forniture di materiale riciclato per l’utilizzo quotidiano, a partire dalla carta fino al riciclo della plastica dei rivestimenti. Una soluzione non solo ecosostenibile ma anche vantaggiosa all’azienda, che negli ultimi anni ha dovuto fronteggiare una massiccia crisi delle materie prime: ‘Dopo due anni di stop forzato, adesso gli ordini sono tantissimi ma non abbiamo il materiale necessario ad evaderli – spiega il dirigente – ‘Una cosa che prima eravamo in grado di realizzare in 3 o 4 settimane, adesso impiega molto più tempo. È un problema che ci porteremo avanti ancora, e probabilmente il prossimo anno sarà più critico dello scorso. Ma abbiamo passato il 2021, ce la faremo anche nel 2022 da bravi emiliani’.


Gli obiettivi del 2022 saranno l’implementazione di tutti i processi e le idee già iniziate, insieme a nuovi progetti molto promettenti che l’azienda è ansiosa di presentare. Calcagnoli, con entusiasmo rinnovato dal premio vinto, è impaziente di ricominciare a lavorare in vista delle novità: ‘Non stiamo mai fermi, è la nostra forza. Nel 2022 ci sarà da divertirsi: dobbiamo ottimizzare le risorse personale per migliorare ulteriormente la qualità e il servizio fornito al cliente’. Il fine è proprio dare il miglior servizio possibile all’utilizzatore, unico fattore in grado di distinguere un’azienda dalla massa dei competitors.


Il general manager conclude con una dedica: ‘Questo riconoscimento è da dedicare prima di tutto a mio padre, storico presidente di Calcagnoli.com, poi ai nostri collaboratori che tutti i giorni sono in trincea, per finire ai clienti: fornire un buon servizio è impossibile senza bravi fornitori e ottimi clienti che ci danno alla fiducia e ci permettono di continuare il lavoro.’