Tornare al lavoro in ambienti salubri: i consigli di Barbara Farina


Barbara Farina, amministratore di R Consulting: “Avere un dipendente che viene in azienda con la paura, oltre ad essere un disagio per lui, è anche un disagio per l’azienda stessa, ma noi siamo pronti ad aiutarvi a motivarlo!”


REGGIO EMILIA – Oggi più che mai è importante affidarsi ad un consulente di valore per affrontare al meglio alcune problematiche: molte persone tornano al lavoro dopo questo periodo di emergenza sanitaria bisognose di un sostegno psicologico per evitare depressione o crisi motivazionali. La società di Barbara Farina offre anche questo servizio.

“Ce ne occupiamo già da anni, la chiamiamo consulenza del benessere lavorativo. Ci basiamo su un’ottica americana dove ci si focalizza sulla salute mentale dei propri manager. In questa emergenza Covid questo tipo di consulenza è risultata più che mai attuale perché legata anche al tema della motivazione: avere un dipendente che viene in azienda con la paura, oltre ad essere un disagio per lui, è anche un disagio per l’azienda stessa. Quindi il fatto di offrire ai propri dipendenti l’opportunità di fare dei colloqui per lavorare sulle proprie paure è sicuramente una caratteristica apprezzabile.”

Questi servizi sono adatti anche alle piccole e medie imprese? Dove il numero dei dipendenti è molto ridotto rispetto alle grandi multinazionali?

“Certo, sono ancora più utili per i piccoli imprenditori, proprio perché hanno un rapporto più diretto con il personale e hanno bisogno di definire un legame con i propri dipendenti in modo da risultare più autorevoli e meno autoreferenziali.”

Il coronavirus riuscirà a trasformare i nostri ambienti di lavoro in ambienti di maggior benessere? Il mondo del lavoro diventerà più sostenibile?

“Io credo che non si possa tornare completamente alla situazione precedente a questi due/tre mesi di quarantena. È in atto un processo di cambiamento in cui la capacità di adattamento sarà fondamentale: anche lo smartworking è stato un grande cambiamento, non solo dal punto di vista logistico ma anche di leadership perché gestire i collaboratori a distanza non è semplice per gli imprenditori, bisogna formare le persone al metodo, alla responsabilità, alla tracciabilità e concentrarci di più sul concetto di produttività. Sono disponibili soluzioni ottime che lavorano in-cloud e che con l’adeguata formazione sulle soft skill,aiutano il cambiamento. È necessario fare presente la volontà a mantenere il lavoro a distanza e a acquisire la formazione adatta, lavorando sul concetto di efficienza piuttosto che sul concetto di ore-lavoro. Noi lavoriamo con le risorse umane, quindi il nostro obiettivo è anche quello di motivare le persone anche rivedere il proprio metodo di lavoro.”

C’è un’altra realtà da prendere come spunto?

“Sicuramente i paesi del nord Europa sono più preparati ma credo anche che in questo momento non dobbiamo per forza prendere a modello un preciso paese ma più che altro  trovare un metodo agile e personalizzato per risultare lavorativamente efficienti.”

Un consiglio sul mondo del welfare in generale?

“Io credo che il welfare abbia un ruolo centrale, è stato messo da parte per qualche anno, ma il fatto di dare centralità ai dipendenti è una questione davvero importante perché lavora sulla motivazione di loro stessi. Il capitale umano di un’azienda che ha vissuto un’esperienza ha del potenziale da offrire, con il nostro aiuto potremmo scoprirlo e ridisegnare alcuni processi e metodologie per cavalcare questo continuo cambiamento. “

Maggiori informazioni visitando il sito: R Consulting

Iscriviti alla nostra newsletter

  • White Facebook Icon
  • Bianco LinkedIn Icon

TgImprese® e il logo TgImprese® sono marchi registrati di proprietà di Tekapp s.r.l

N. Registrazione 0001608775 | Capitale sociale interamente versato 50.000€ | Numero REA: MO - 399678 | P.I 03573960360

Sito realizzato da Elior by Tekapp Srl