top of page

CyberSorpresa: bonus da 400 euro a tutti i dipendenti Tekapp



L’ad Daniel Rozenek: “Un gesto semplice per dire grazie a tutte le persone che rendono la nostra azienda competitiva, veloce e attraente”

Un gesto semplice e concreto fortemente voluto dalla proprietà di Tekapp che, in questi giorni, ha deciso di elargire un bonus di quattrocento euro a ciascun dipendente dell’azienda specializzata in sicurezza informatica Zero-Trust e Made-in-Israel con sede a Formigine, nel modenese.

“L’aumento spropositato di luce e gas, l’impennata del costo del carrello e del carburante ci hanno fatto riflettere e così, nel nostro piccolo, abbiamo deciso di fare qualcosa di concreto per aiutare le persone che lavorano con noi a combattere questo caro vita” così l’imprenditore Daniel Rozenek, intervistato al termine di una conferenza che ha visto l’ethical hacker israeliano salire in cattedra al fianco del professore Avv. Gianluigi Fioriglio, fondatore di FCLEX Studio Legale Associato Fioriglio-Croari, docente ed esperto in materia. In aula L’ordine dei Dottori Commercialisti, categoria alle prese con una vera e propria rivoluzione digitale.

Il fondatore di Tekapp, al termine della conferenza, ha continuato dicendo: “Le persone che lavorano con noi sono la nostra più grande ricchezza, il compito dell’azienda è anche quello di comprendere la quotidianità, la storia odierna e di intervenire, quando e come possibile, per garantire serenità a chi vive e anima l’azienda”.

Tekapp è una realtà attiva sul mercato da 10 anni e che è riuscita a conquistare la fiducia delle grandi aziende emiliane grazie all’innovazione tecnologica

Garantita dalle soluzioni di cyber security Zero Trust israeliane. La peculiarità di Tekapp sta proprio nel rapporto esclusivo che lega l’azienda a Tel Aviv ed al ponte continuo che alimenta l’azienda formiginese con soluzioni uniche ed esclusive che proprio Tekappadatta e trasforma portando così il meglio del mondo israeliano nei comparti produttivi della ceramica, della metalmeccanica, dell’alimentare.

“Stiamo cercando di emilianizzare le migliori tecnologie israeliane, affinché anche il nostro territorio possa beneficiare dei migliori sistemi al mondo in materia di cybersecurity e protezione del dato” queste le parole di Daniel Rozenek.

コメント


Top Stories

bottom of page