Occupazione, Svimez: a rischio 1 milione di posti nel 2020, 400mila al Sud

Calo del pil stimato al 9,6% nel Centro-nord e dell'8,2% nel Sud. A dirlo è il direttore Luca Bianchi durante un’audizione in commissione Bilancio della Camera


"La crisi italiana è di lungo periodo, le nostre previsioni stimano un calo del pil nazionale del 9,3% in linea con stime governo". Lo dice il direttore della Svimez, Luca Bianchi, nel corso di un'audizione in commissione Bilancio della Camera. "Questa crisi - aggiunge - nel 2020 avrà un impatto forte in tutte le aree del Paese, con un calo del pil stimato al 9,6% nel Centro-nord e dell'8,2% nel Sud. Anche su qui ci sarà una crisi più forte sull'occupazione con un calo previsto del 6% a fronte del meno 3,5% del Centro-nord". Per Bianchi "questo vuol dire che su una stima di un milione di posti di lavoro che si possono perdere nel 2020 circa 400 mila sono collocati nel Mezzogiorno. Quindi i dati confermano che l'impatto sociale della crisi potrebbe essere più forte di quello economico". 

Fonte: Adnkronos 

Iscriviti alla nostra newsletter

  • White Facebook Icon
  • Bianco LinkedIn Icon

TgImprese® e il logo TgImprese® sono marchi registrati di proprietà di Tekapp s.r.l

N. Registrazione 0001608775 | Capitale sociale interamente versato 50.000€ | Numero REA: MO - 399678 | P.I 03573960360

Sito realizzato da Elior by Tekapp Srl