Locazioni Bologna: alta la percentuale di contratti da parte di lavoratori trasferisti

Le analisi condotte dall’Ufficio Studi Gruppo Tecnocasa registrano canoni di locazione in diminuzione a Bologna nella prima parte del 2021: -0,3% per i monolocali, -1,8% per i bilocali e -0,8% per i trilocali




Positivo l’andamento dei canoni di locazione nella macroarea di San Donato-San Vitale in seguito all’andamento dei quartieri di Ospedale e Mengoli che sentono l’influenza del vicino “Ospedale Maggiore” che determina una buona domanda di immobili in affitto. Calano i valori nelle zone centrali dove invece si è fatta sentire sia la minore presenza degli studenti sebbene da giugno avessero ripreso la ricerca ma soprattutto ha inciso la maggiore offerta di immobili sul mercato in seguito all’immissione delle abitazioni che erano prima sul segmento turistico. Calo dei valori più marcato nella macroarea di Bolognina-Corticella dove, nella prima parte dell’anno, in tanti hanno preferito spostarsi sull’acquisto dell’immobile grazie ai mutui favorevoli e questo ha determinato una contrazione della domanda. Da segnalare però che da luglio si è vista una ripresa dal momento che nel quartiere Navile sono state collocate alcune facoltà scientifiche.



La maggioranza dei contratti stipulati, nella prima parte del 2021, interessa lavoratori trasfertisti (60,0%). La tipologia più affittata è il bilocale (30,3%).


Nel primo semestre del 2021 il canone medio di un monolocale si attesta su 520 € al mese, quello di un bilocale su 610 € al mese, mentre per i trilocali la spesa sale a 755 € al mese.


fonte: Gruppo Tecnocasa