Lega Emilia, Matteo Melato: “Qualità della vita? Reggio è in caduta libera”


Mediopadana in totale abbandono, quartieri allo sbando e criminalità a livelli impensabili. Non solo, la qualità dell’aria è indecente e la soluzione del Pd è la costruzione di un mastodontico impianto di Biogas alle porte della città. Qualche domenica a piantare alberi, questa volta, non vi salverà la faccia.

Matteo Melato, capogruppo della Lega a Reggio Emilia, ha commentato così lo studio di Italia Oggi, documento che vede il nostro territorio scivolare dall’undicesimo posto al venticinquesimo gradino nella classifica che indica il livello medio della qualità della vita. Il capogruppo in Sala del Tricolore ha commentato così la notizia:

“Piantare alberi con l’outfit giusto e col fotografo al seguito certamente non ci aiuterà a riemergere da questo piazzamento di bassa classifica: siamo passati dall’undicesima posizione alla venticinquesima in poco più di dodici mesi e la colpa è da attribuire a questo finto buonismo del PD, totalmente incapace di governare.

La situazione in città è grave e rispecchia pienamente gran parte del territorio provinciale: il mercato immobiliare, in certe zone, è tracollato e la microcriminalità ha raggiunto livelli impensabili. Il nostro centro storico è una città fantasma, dove i negozi sfitti superano le vetrine illuminate e si rinvia ancora la riqualificazione di Piazza San Prospero. Abbiamo chiesto una commissione ad hoc per analizzare la tematica del centro storico e del commercio, vedremo se la maggioranza si degnerà a convocare le parti interessate. Interi quartieri sono allo sbando e la soluzione della nostra rinnovata amministrazione è murare qualche porta, liberare temporaneamente qualche appartamento occupato abusivamente piuttosto che adottare misure concrete per ridare sicurezza a chi versa le tasse e vive onestamente. Quelle zone non saranno bonificate con qualche sporadica azione di controllo e con qualche mostra fotografica, serve di più. Inutile nascondersi dietro a delle simpatiche domeniche col pollice verde: la nostra città non è più sicura, cade a pezzi, la qualità dell’aria è indecente e godiamo di una viabilità che poteva andare bene negli anni ’70, non certamente oggi. Progetti come la tangenziale di Fogliano e la bretella di Rivalta vengono nuovamente rinviati e i cittadini si sentono di nuovo presi in giro. Non sono in grado nemmeno di gestire i parcheggi della Mediopadana: la ghiaia annunciata dal Sindaco Vecchi non si vede e ancora manca una vera area di sosta capiente, vigilata e decente. Recentemente ho letto che Parma ha messo gli occhi sulla Tav: vogliamo davvero perdere questo privilegio e cedere soste dell’alta velocità ai nostri vicini? Tutto per colpa di un governo locale scellerato. Dobbiamo combattere l’inquinamento, questa è una missione di vitale importanza: in che modo la nostra amministrazione intende occuparsene? Da una parte pianta alberelli in periferia e dall’altra se ne frega del vero problema che è quello della viabilità. E’ inaccettabile che nelle ore di punta per attraversare la città ci si impieghi lo stesso tempo che occorre per andare in Riviera romagnola. Questa politica degli annunci deve finire ora servono i fatti e una visione strategica per la nostra città.

Matteo Melato

#lega #matteomelato #reggioemilia

Iscriviti alla nostra newsletter

  • White Facebook Icon
  • Bianco LinkedIn Icon

TgImprese® e il logo TgImprese® sono marchi registrati di proprietà di Tekapp s.r.l

N. Registrazione 0001608775 | Capitale sociale interamente versato 50.000€ | Numero REA: MO - 399678 | P.I 03573960360

Sito realizzato da Elior by Tekapp Srl