LA LETTERA – Baiso, l’appello dell’assessore Vanessa Piccinini

“Delegano a noi le decisioni importanti senza però darci le risorse e l’autonomia per lavorare. Abbiamo fatto e faremo di tutto per non fare morire le nostre attività commerciali, ma è una corsa contro il tempo”


BAISO (Re) - "Con il nuovo DPCM del 25 Ottobre, tantissime attività commerciali si ritrovano in una situazione di totale abbandono. Il sentimento a loro prossimo é sicuramente quello di sfiducia, sfiducia nel governo, nelle istituzioni e nella politica, una politica che li ha già abbandonati durante il lockdown di marzo.

Molti commercianti si stanno chiedendo: "e adesso riusciremo ad affrontare una nuova ondata di carestia?".

Sicuramente l'ago della bilancia, posto dal governo italiano, pende, a seconda delle richieste momentanee, a volte verso la sanità e a volte verso l'economia. Con il campanello dall'allarme della sanità pubblica, la quale mostra dati in continua crescita nelle terapie intensive, ha fatto in modo che il nuovo DPCM sacrificasse quella parte che è l'economia. È giusto salvare le imprese, quelle di grande portata che consentono il lavoro a milioni di operai, ma è altrettanto giusto sacrificare i piccoli commercianti di bar, ristoranti e pub che, come un qualsiasi operaio, devono "portare, ogni giorno, il pane sulle tavole delle loro case"?

Durante il lockdown di marzo l'amministrazione comunale del comune di Baiso si è attivata, con l’importante collaborazione delle associazioni locali, per creare un progetto che potesse aiutare proprio queste piccole imprese. Il progetto BB (BAISO BUONO) ha raccolto una somma pari a 10'000 euro trasformata, poi, in buoni spesa da spendere nelle attività commerciali del comune, da parte degli stessi soci delle associazioni. Ora il governo, con le nuove linee guida, ci mette per l'ennesima volta, davanti ad una "corsa senza tempo" nel trovare fondi e ideare progetti per aiutare il nostro piccolo comune montano.

Quello che chiediamo è di smetterla di delegare ai comuni importanti decisioni se poi non gli vengono forniti i mezzi e i contributi necessari per farlo. È ora di dare di più alle amministrazioni che conoscono il proprio territorio, che sono al corrente di tutte quelle situazioni particolarmente fragili su cui dover intervenire. Se non vogliamo vedere morire milioni di bar, ristoranti, piccole imprese è giunto il momento di delegare e affidare veri e propri contributi senza vincoli. Ricordiamoci che i comuni sono le uniche politiche "sane" rimaste, le uniche che continuano ad agire per il bene comune e non per una politica di marketing o di voti."

Vanessa Piccinini

Assessore al turismo e commercio - Comune di Baiso



Iscriviti alla nostra newsletter

  • White Facebook Icon
  • Bianco LinkedIn Icon

TgImprese® e il logo TgImprese® sono marchi registrati di proprietà di Tekapp s.r.l

N. Registrazione 0001608775 | Capitale sociale interamente versato 50.000€ | Numero REA: MO - 399678 | P.I 03573960360

Sito realizzato da Elior by Tekapp Srl