top of page

La guida in 3 punti per scegliere una casa in legno abitabile





Pratiche ed economiche, le case in legno abitabili si prestano sia ai soliti impieghi ad uso abitativo per figli o nonni, sia a funzionalità meno classiche come uffici da giardino, loft turistico-recettivi, chalet in legno per weekend fuori citta o vacanze e vani addizionali specifici come palestra, zona relax, ecc.

 

Le moderne tecniche di costruzione conferiscono al legno una solidità di gran lunga superiore rispetto al classico mattone, rendendole resistenti a qualsiasi evento naturale, come terremoti e crolli.

 

 

1.     Scegliere la tipologia di casa in legno in base alle proprie esigenze

 

Quando si pensa a una casa in legno oppure chalet in legno, molto probabilmente si crede di acquistare un prefabbricato in cui ambienti e dimensioni sono già definiti in fase di produzione aziendale. Nulla di più sbagliato: il cliente può sempre personalizzare il prodotto desiderato. Prima di procedere alle modifiche è necessario, però, individuare la tipologia di casa di cui si ha bisogno.

 

Le principali classificazioni sono le seguenti.

 

·      Case in legno con ampia metratura (o chalet in legno) con rivestimento e coibentazione. A partire da questa base di dotazioni minime imprescindibili, è possibile aggiungere optional a seconda della disponibilità economica e del gusto estetico.

 

·      Nel caso in cui si disponga già di una villa e si voglia mettere in posa nel proprio giardino una piccola dependance per gli ospiti - oppure si voglia acquistare un terreno in una zona di villeggiatura per trascorrere un tranquillo weekend -, è meglio optare per case di metratura ridotta, ma con struttura rinforzata e disponibilità di coibentazione a seconda del luogo prescelto.

 

Le case prefabbricate in legno sono soggette a normativa in materia di legge uguale a quella prevista per le case in muratura e, quindi, è necessario ottenere un permesso a costruire dal Comune, senza il quale si incorrerebbe in sanzioni amministrative e penali, con il rischio di vedere demolita la propria costruzione – salvo richiesta di sanatoria, non sempre accettata.

 

 

2.     Scegliere la struttura adatta alle proprie esigenze

 

Le moderne tecniche di costruzione in legno consentono di produrre case a risparmio energetico con ottimi valori di isolamento. Questi prefabbricati sono basati sui moderni standard di edilizia ecologica che consentono di vivere a contatto con materiali totalmente ecosostenibili per l’ambiente e gli esseri umani.

 

Tra le tecniche maggiormente utilizzate per la realizzazione dei prefabbricati abitativi in legno, è possibile scegliere tre valide alternative. Ecco le principali differenze:

 

Struttura a telaio: questa tipologia di costruzione impiega sostegni verticali irrobustiti in un secondo momento e speciali materiali per ridurre la dispersione termica e l’assorbenza acustica.

Struttura in X-Lam: questa tipologia di costruzione impiega speciali pannelli di tavole sovrapposte e incollate tra loro con un’inclinazione di 90 gradi. A seconda delle specifiche di costruzione, possono avere spessore e dimensione differenti, raggiungendo al massimo 12 metri di lunghezza e 3 di altezza.

Struttura in Blockhouse: questa tipologia di costruzione impiega legno sagomato in pannelli posizionati uno sull’altro oppure in maniera angolare. All’interno possono essere inseriti materiali coibentanti e fonoassorbenti. Esternamente possono essere utilizzati come motivo decorativo.

 

 

3.     Case in legno lamellare, l’importanza dell’isolamento per la salute domestica

 

L’isolamento termico e acustico di pareti e soffitti è garantito anche in una casa in legno lamellare (ad esempio i classici chalet di montagna). I vantaggi di una casa in legno lamellare sono evidenti: il materiale irradia intimità e calore, il suo carattere naturale crea un piacevole contrasto con la vita quotidiana sempre più tecnologica e frenetica.

In questa direzione, l’uso di materiali naturali da sempre rappresenta un alleato imbattibile per creare ambienti intimi. In una casa di tronchi di legno, ad esempio, ci si può sentire sani e ricaricare le batterie.

 

Il primo aspetto che una casa in legno deve possedere è il giusto isolamento naturale dato soprattutto dall’ampio spessore delle assi delle pareti perimetrali. Quanto più sono spesse, tanto più il legno è in grado di aumentare enormemente il potere isolante della casa. La casa in legno, poi, può essere rifinita con materiali di pregio come porte e finestre con doppi vetri, in grado di rallentare la dispersione del calore verso l’esterno.

 

Il legno è un materiale speciale, ricco di pregi che conferiscono alla realizzazione delle strutture abitative caratteristiche uniche:

 

·      Velocità nei tempi di realizzazione: nel caso in cui non si possa attendere i lunghi tempi di progettazione e costruzione di una casa in muratura, una struttura in legno prefabbricata potrebbe risolvere il problema principale del tempo.

·      Zone ad alto rischio sismico o di smottamento del terreno: le moderne tecniche di costruzione conferiscono al legno una solidità di gran lunga superiore rispetto al classico mattone, rendendole resistenti a qualsiasi evento naturale, come ad esempio terremoti e crolli. In questo caso, la casa in legno non subisce crolli improvvisi, salvando la vita di chi vi abita.

·      Comfort abitativo ottimale: le case in legno sono indicate per chi soffre di particolari patologie, offrendo uno speciale comfort abitativo in grado di garantire benessere sia in estate che in inverno. Il legno è un materiale dalle naturali proprietà traspiranti e isolanti, che creano un ambiente domestico salubre e accogliente in ogni stagione dell’anno, con il quale ridurre il rischio di asma e allergie.

 

 

 


 

 

 


 

 

 

 

 


 

Comments


Top Stories