L’appello di Graziano Rossi: solo con gli slogan l’Appennino muore. Servono servizi e infrastrutture

Nonostante l’arrivo di migliaia di turisti nelle nostre montagne, i servizi scarseggiano e il malumore di visitatori e residenti aumenta. In vari centri abitati non c'è più il medico di base, e si è costretti a cercare assistenza nei paesi vicini


A Polinago, centro che conta circa 1500 abitanti e un grosso afflusso di turisti nel periodo estivo, sono stati tolti alcuni sportelli bancari, non c'è più un medico di base fisso, la viabilità è precaria e gli ultimi servizi che rimangono faticano a restare aperti. Purtroppo senza servizi non c’è un futuro sul quale poter investire e molti giovani e famiglie si trasferiscono in pianura.

A Pavullo nel Frignano si è riparlato in questi giorni della chiusura del punto nascita chiuso qualche anno fa, che ha costretto molte donne a recarsi lontano da casa per ricevere assistenza durante la gravidanza, con disagi e problemi legati agli spostamenti e alla tempestività di assistenza nel caso di parti improvvisi.


Molte promesse sono state fatte in campagna elettorale, ma sono rimaste incompiute. Il ripristino del servizio sanitario è fondamentale per il futuro di tutto il nostro Appennino. E' evidente che concentrare altrove le sedi sanitarie non agevola, ma anzi rende più difficoltoso l'iter di attesa, di prenotazione, e di effettuazione di visite, esami diagnostici e pronto soccorso.


Ciò che veramente occorre all'Appennino è una scelta politica adeguata, che preveda di ridare un medico di base stabile ai cittadini ed incentivi economici per chi decide di aprire un negozio, di fornire servizi e supporto a chi vuole tenere aperta un'attività in un paese con una minor concentrazione di persone. Solo investendo in servizi si investe sul futuro, si migliora la qualità della vita e si fa un passo avanti verso la ripopolazione delle zone montane, contribuendo alla conservazione delle tradizioni culturali tipiche di questi luoghi.


L’assenza di servizi è la prima causa di abbandono e spopolamento delle nostre zone, evidente nelle condizioni delle strade, con frane e vegetazione che impediscono la viabilità. Malgrado queste situazioni, ci sono persone che amano ed investono su questi territori e volontari impegnati su ogni fronte sia a livello sanitario che culturale e sociale che colgono ogni occasione per ribadire l'importanza di riportare i servizi in Appennino, per il benessere di tutti.


Graziano Rossi,

Consigliere Comunale di Polinago