top of page

Francesco Napoli (Confapi): “Pnrr? Ricordiamoci che, in larga parte, si tratta di un prestito"

Ieri sera si è svolta la cena degli auguri di Aniem Confapi, tanti gli ospiti in sala. Giorgio Zanni: “Stiamo facendo del nostro meglio. Una priorità? Convogliare queste risorse verso i Comuni dell’Appennino”


“Il Pnrr? Una grande opportunità, per tutti noi, ma ricordiamoci bene che ogni 100 euro ben 65 vanno restituiti all’Europa. Sono soldi in prestito, nessuno ci regala nulla” Severo e dritto al punto l’intervento che ha concluso l’interessante convegno organizzato dal Collegio Imprenditori Edili - Confapi Aniem e dall’azienda C.S.Emilia S.r.l.

Una serata che ha visto la partecipazione di tanti imprenditori del settore manifatturiero e del comparto edile, sul palco sono saliti il costruttore Claudio Candini (presidente del Collegio Imprenditori Edili), il presidente della Provincia di Reggio Emilia Giorgio Zanni e il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli oltre al vice presidente della confederazione delle piccole e medie imprese italiane, l’imprenditore Francesco Napoli, che ha voluto evidenziare, in chiusura, uno degli aspetti meno pubblicizzati del Pnrr, ovvero che i fondi in arrivo sono, in larga parte, dei prestiti che il sistema concede alla nostra economia. Prestiti che vanno onorati.

Un bel corsivo quello di Napoli che ha parlato del mezzogiorno, delle sfide che ci attendono, delle virtù dell’Emilia senza utilizzare quella dialettica cara ai politici.

Il Pnrr è una grande opportunità e gli enti si sono fatti trovare pronti, cercando di utilizzare al meglio queste risorse, energia che sarà convogliata con forza verso l’edilizia scolastica, palestre incluse. Concetto che è stato espresso all’unisono sia dal sindaco Muzzarelli che dal presidente Zanni: alla base del successo finale troviamo una collaborazione attiva tra aziende edili ed enti che va rafforzata e curata nel tempo, come un giardino con le sue stagionalità.


Giorgio Zanni, presidente della Provincia di Reggio Emilia


Muzzarelli ha chiuso parlando della crisi degli alloggi che colpisce Modena facendo appello ai presenti affinché siano propositivi nella costruzione di nuove strutture residenziali.

Tra i passaggi più importanti quello di Giorgio Zanni, il sindaco di Castellarano conosce bene l’Appennino ed è proprio in questa terra che il Pnrr va indirizzato con maggiore forza: “Comuni come Baiso e Toano devono fronteggiare delle vere e proprie emergenze sul fronte delle infrastrutture, servono investimenti ed è proprio in montagna che dobbiamo cercare di fare qualcosa in più affinché spopolamento e desertificazione si fermino”.

Il dibattito, moderato dal preparatissimo Ettore Tazzioli, si è concluso coi saluti del presidente Candini agli imprenditori in sala, ad Annalisa Pinna, a Davide Torrini e a tutti coloro che hanno lavorato all’organizzazione di questa serata conviviale ricca di contenuti.


Francesco Napoli, vice presidente di Confapi


Tanti gli imprenditori presenti all’evento, tra cui Monia, Marina, Enrico e Gabriele Malagoli della Malagoli Aldebrando oltre a Valter Federzoni della Metalrota, a Marco Vanzini di Scova Impianti, a Gianluca Lambertini di Washers, a Massimo Canova della Canova&Clo, ad Elio Annovi di SpazioA.

Alla serata hanno preso parte anche molti professionisti e dirigenti d’azienda, tra cui Giada Nizzoli, Enrico Mirotti e Barbara Vanni.

تعليقات


Top Stories

bottom of page