Finanza: l’azienda emiliana Tekapp diventa Prime Company

Affidabilità e puntualità nei pagamenti valgono l’importante riconoscimento per l’azienda con sede a Formigine, solo il 7% delle imprese italiane rientra nei parametri di premiazione stabiliti dall’osservatorio di Cribis

di Amedeo Faino

FORMIGINE (Mo) – Una crescita solida e costante, priva di troppo audaci balzi in avanti. Utili che vengono puntualmente reinvestiti nella crescita dell’azienda e nella formazione del personale; il tutto unito ad un settore destinato a diventare centrale nella nostra vita: la sicurezza informatica.

Tutto questo è valso a Tekapp l’importante riconoscimento da parte di Cribis, l’osservatorio per i pagamenti infatti ha eletto Tekapp a Prime Company, premio che viene concesso solamente alle aziende che risultano affidabili, puntuali e trasparenti nella gestione di pagamenti e nel rapporto con dipendenti e fornitori.

Le regole per ottenere questo riconoscimento sono molto severe e solamente il 7% delle aziende italiane rientra nei parametri di “buona gestione” studiati da Cribis, società di consulenza che fornisce un servizio di indagine e di tutela nei confronti di aziende clienti e fornitori.

“Il Cribis Prime Company è un premio difficile da ottenere dato che ogni anno viene assegnato solo al 7% degli oltre 6 milioni di aziende del territorio. Cribis D&B attribuisce questo riconoscimento utilizzando il CRIBIS D&B Rating, un indicatore sintetico che, sulla base di un algoritmo statistico, misura la probabilità che un’azienda generi gravi insoluti commerciali. Per il calcolo vengono utilizzate numerose variabili, tra cui informazioni anagrafiche, indici e dati di bilancio, anzianità aziendale, esperienze di pagamento, presenza di informazioni negative.

Il riconoscimento CRIBIS Prime Company è quindi il massimo livello di valutazione dell'affidabilità commerciale di un'organizzazione ed è rilasciata solo ed esclusivamente ad aziende che mantengono costantemente un'elevata affidabilità economico-commerciale e sono virtuose nei pagamenti verso i fornitori” così Carlo Zanotti, consulente Cribis per l’Emilia, che ha fatto visita a Daniel Rozenek di Tekapp per consegnare l’attestato. L’imprenditore d’origini israeliane ha commentato così questo importante traguardo aziendale: “Rispettiamo gli impegni presi e cerchiamo sempre di rispettare ogni scadenza, inoltre abbiamo deciso di reinvestire sempre gli utili in azienda, così da favorire una crescita di tutto il gruppo e questo ci ha consentito di radicarci sul territorio e di poter progettare il futuro. Facciamo impresa in totale trasparenza, ringrazio il dott. Zanotti e Cribis per il riconoscimento”.