Compagnia delle Opere: studenti ed imprese lavorano insieme per la terza edizione di Y&E Project

L’iniziativa da quest’anno coinvolge nel percorso un ulteriore target di giovani oltre agli studenti delle scuole di II grado, in una sorta di virtuosa esperienza di osmosi... al quadrato


La terza edizione dell’iniziativa PCTO promossa da Compagnia delle Opere Emilia si trasforma e da Contest diventa Youth&Experience Project, pensata per favorire il dialogo e l’arricchimento reciproco tra giovani ed imprese. Quest’anno però oltre al nome ci sono stati altri piccoli miglioramenti: intanto tutti i progetti sono realizzabili a distanza, sempre sotto la supervisione dei loro professori e del rappresentante dell’azienda committente. In supporto a queste ultime due figure quest’anno si è deciso di inserire un “Y&E Junior Project Manager”: laddove possibile i team di lavoro verranno seguiti da un neo-laureato o laureando magistrale con la funzione di supervisionare la buona evoluzione del progetto.

Abbiamo conosciuto Gabriele Messori, classe 98, laureato in Psicologia alla triennale di Unimore e attualmente iscritto alla laurea magistrale in Psicologia del Lavoro dell’Università di Padova.

“Mi ha sempre incuriosito il modo in cui le persone si approccino sia con la loro individualità sia all’interno di un gruppo. Dopo gli studi superiori mi sono chiesto quale potesse essere il percorso che potesse rispondere ai miei quesiti e, dopo aver letto un libro di Robert Cialdini sulla psicologia sociale – un ramo della psicologia specializzata nello studio del comportamento dell’uomo in un gruppo di individui – ho subito capito dove dovevo indirizzarmi”.

“Finita la triennale ho poi deciso di specializzarmi in psicologia del lavoro: credo che il lavoro, oltre a costituire una grande fetta del nostro tempo, si costruisca sulle relazioni con i colleghi, per questo sono convinto che sia utile saperle gestire al meglio.” Gabriele ha deciso di comune accordo con gli organizzatori dello Y&E Project, di seguire i ragazzi della Scuola dei Talenti IEXS di Reggio Emilia nel loro progetto con Tekapp, azienda di sicurezza informatica, dal titolo “I contenuti come antidoto alle Fakenews”. “Qualche settimana fa abbiamo fatto il primo incontro con il rappresentante dell’azienda, il giornalista Amedeo Faino, e i ragazzi, durante il quale abbiamo discusso del progetto. I ragazzi hanno da subito dimostrato un notevole interesse per gli argomenti proposti, ora stanno lavorando duramente soprattutto dal punto di vista informatico, poiché hanno deciso di pubblicare gli articoli su un blog completamente creato da loro. Hanno tanta voglia di fare.”

“Avevo già sentito parlare di Compagnia delle Opere, senza mai approfondire oppure entrare in contatto con l’associazione di imprenditori. Sono stato coinvolto nel progetto da Claudia Righetti, che ringrazio molto per avermi concesso questa possibilità, ho iniziato il percorso con la volontà di toccare con mano cose che durante gli studi puoi solo leggere nei libri. La dottoressa Righetti oltre a condividere con me questa iniziativa, mi ha sostenuto e aiutato con i miei studi. Le sono davvero grato. Ho accettato di prendere parte a Y&E senza indugio, perché ho sentito l’esigenza di fare qualcosa di più concreto in un momento dove tutto è molto astratto, a maggior ragione se, come me, si seguono le lezioni in DAD.” “La mia preferenza per il progetto proposto da Tekapp è stata certa da subito: ho a cuore il tema delle fakenews, soprattutto per il momento storico in cui viviamo. Spero di poter incontrare i ragazzi quanto prima per riuscire a concentrarci sull’elaborazione dei contenuti e aiutarli nell’organizzare il tutto nel migliore dei modi.” Per conoscere più da vicino lo Y&E Project promosso da Compagnia delle Opere Emilia visita il sito dedicato www.youthandexperience.com