Cib'aria, tripudio di sapori e aromi thailandesi per il gran finale: officia Chef Pam

FIRENZE - Tripudio di sapori e aromi di spezie lontane per il gran finale di Cib'aria, la prima rassegna di serate conviviali dedicate a storie e cucine provenienti da tutto il mondo, approdata a Firenze all’Ostello Tasso. Ad officiare la serata conclusiva con la “Thai-food Class” è infatti stata Chef Panjaree Boonchuay, titolare del ristorante Thai Firenze, già insignito dal quotidiano Repubblica come miglior ristorante di cucina Thailandese in Italia.


Nel corso della serata Panjaree, nota ai più per essere stata selezionata a partecipare al programma Tv “Cuochi d'Italia – Campionato del mondo” come rappresentante della cucina Thailandese, ha condiviso con i corsisti e commensali della serata le ricette e i segreti di 3 dei piatti più tipici e conosciuti della cucina di Bangkok nel mondo: il Pad Thai (tagliatelle di riso saltate con verdure e gamberi), il Tom kha gai (zuppa di verdure con pollo al latte di cocco), ed il Mango sticky rice (tipico dolce a base di mango e riso glutinoso avvolti in una salsa di cocco e spezie).



“L'esperienza del corso di cucina con i corsisti che collaborano fattivamente alla preparazione dei piatti, che poi abbiamo condiviso nella splendida cornice dell'Ostello Tasso, è stata molto divertente: quella di coinvolgere, partendo dai sapori, in un viaggio emozionale e di condivisione di esperienze, tante persone che hanno in comune le passioni della cucina e del viaggiare la ritengo un'idea davvero innovativa, per la quale mi congratulo con gli ideatori e organizzatori” ha dichiarato Chef Pam a fine evento.


“Cib’Aria – spiega Elena Pontil organizzatrice e promotrice dell'evento – nasce con l'intento di aprire la città al mondo. L’idea è nata dalla mia curiosità per tutto quello che è altro, sono esterofila, tutto quello che è diverso mi piace. Mi sembra che Firenze sia satura di corsi di cucina per stranieri e turisti ma pochi per i fiorentini. Invece penso che ci sia l’urgenza di aprirsi agli altri paesi. I corsi sono destinati a fiorentini o comunque a persone che vivono a Firenze e non hanno modo di incontrare persone straniere. La tavola unisce e il cibo fa da fil rouge, si prepara la cena insieme.


Nelle serate precedenti, la rassegna Cib'aria aveva ospitato, il 18 gennaio, Chef Kadija (Marocco) esperta di cucina berbera attiva nel progetto Amir project e traduttrice regalerà alla serata delle letture da lei selezionate.


Il 25 gennaio Shifali (India) appassionata di cucina e ballerina viene dal Panjabi e promette spezie, riso e balli, il 1° febbraio Ngone (Senegal), l'8 febbraio Adriana (Albania) fenomeno in cucina e volontaria del progetto Amir project, è anche lei ballerina ed entusiasta della vita.

Il 15 febbraio Mahnaz (Iran) anche lei appassionata di cibo è contenta di portare un contributo culturale oltre che i suoi segreti per stupire in cucina.